Il turismo religioso

Accanto ai grandi e frequentatissimi santuari di San Gabriele, della Madonna dei Miracoli, del Miracolo Eucaristico e del Volto Santo che attirano folle di fedeli si impone all'attenzione anche dei visitatori laici un nutrito calendario di feste patronali e religiose dedicate a quanti vogliono accostarsi alle nostre tradizioni.

Di grande suggestione in particolare, sono le celebrazioni della Settimana Santa a Chieti, quelle della Pasqua a Sulmona, le celebrazioni in onore di San Pietro Celestino che hanno per centro la basilica di Santa Maria di Collemaggio nel corso della Perdonanza a L'Aquila. Per unire il sacro ed il profano, i turisti che scelgono l'Abruzzo hanno la possibilità di assistere ad alcune feste e riti con atmosfere particolari in onore di Sant'Antonio Abate a Fara Filiorum Petri, con la benedizione degli animali e l'accensione dei falò delle farchie il 17 gennaio. In onore di San Domenico, a Cocullo, dove si svolgono gli antichi riti dei serpari, il primo giovedì di maggio. La festa di Sant'Andrea a Pescara, con la processione di barche in onore del Santo protettore dei pescatori nell'ultima domenica di luglio.